LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO – LA GOLA DEL FURLO un viaggio tra spiagge e natura sconosciute ai turisti

GOLA DEL FURLO

Definita da molti il Gran Canyon d’ Italia, la Gola del Furlo è una delle bellezze meno conosciute in tutte le Marche.

E’ una riserva naturale istituita il 6 febbraio 2001 dal ministero dell’ Ambiente. (Gazzetta Ufficiale), e riconosciuta il 21 Marzo 2017 dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile.

COME ARRIVARE

Percorrendo la A14, uscita Fano, proseguire sulla SS3 in direzione Roma. All’uscita  Calmazzo – Passo del Furlo, si raggiunge in pochi chilometri la riserva.

Arrivando invece da Roma, sempre dalla SS3, prendete l’uscita Furlo e in pochi chilometri sarete a destinazione

CURIOSITA’

Presso il ristorante Antico Furlo, è possibile visitare la stanza di Benito Mussolini, il Duce all’epoca del fascismo in Italia. avrete modo di osservare cimeli originali dell’epoca che lo rappresentano. Negli anni il logo è diventato centro di interesse per i nostalgici del Duce e del Fascismo.

PIC NIC’

Nelle immediate sponde del fiume Metauro che divide il Furlo,  troviamo un’aerea verde attrezzata con barbecue per un piacevole pic-nic.

LA LUNA NEL POZZO

Altro tipico locale ove degustare la splendida piadina di Urbino (detta anche piadina grassa per la presenza dello strutto nell’impasto), accompagnata da una birra fatta refrigerare all’interno di un pozzo.

 

Se vi trovate ospiti del nostro agriturismo nelle Marche Valle del Metauro, raggiungere la Gola del Furlo è semplicissimo. Lo si raggiunge in 15 minuti. Vi basta immettevi nella vicina superstrada Fano-Grosseto, direzione Roma, e uscire dopo Fossombrone a Calmazzo. Da li in pochi minuti sarete arrivati.

Leave a Comment